Login
Login
Registrazione
 
  • Facebook
  • Twitter
  • Youtube
  • Linkedin
  • pinterest
  • rss
  • 43 musei,
    43 musei,  un unico sistema museale
Musei delle Terre di Siena
 
A Monteriggioni nuova cartellonistica turistica

La promozione del territorio passa anche da una buona cartellonistica turistica e culturale e questo è l'oggetto della convenzione che il Comune di Monteriggioni ha sottoscritto con la società partecipata Monteriggioni A.D. 1213 e il Dipartimento di Architettura dell'Università Federico II di Napoli. L'iniziativa punterà a valorizzare il Castello di Monteriggioni e i luoghi più rilevanti dal punto di vista turistico e prevede una serie di incontri sul territorio per analizzare lo stato attuale e progettare l'armonizzazione e razionalizzazione della cartellonistica. A dare il via ai lavori è stato il workshop che si è svolto nei giorni scorsi nel Complesso monumentale di Abbadia Isola e che ha coinvolto studenti dell'Università partenopea accolti e accompagnati da Raffaella Senesi, sindaco di Monteriggioni, e da Andrea Frosini, vicesindaco e assessore con delega all'urbanistica. L'iniziativa conta sulle risorse del bando PIR, Progetti di iniziativa regionale, e sul supporto della Fondazione Musei Senesi.

«Il progetto - spiega Raffaella Senesi, sindaco di Monteriggioni - prevede la revisione della cartellonistica turistica e culturale esistente, a partire da mappe e testi, e l'ampliamento delle indicazioni che attualmente accolgono i visitatori sul nostro territorio. L'obiettivo primario è quello di valorizzare e far conoscere sempre di più i principali luoghi di interesse turistico, artistico, culturale, commerciale e di pubblica utilità, dal Castello fino a tutto il territorio. La collaborazione con il Dipartimento di Architettura dell'Università Federico II di Napoli, che ringrazio, coinvolgerà esperti e professionisti chiamati a occuparsi della progettazione architettonica e urbana e del restauro del patrimonio architettonico e paesaggistico tenendo conto di materiali e tecnologie sostenibili. La valorizzazione del nostro passato, infatti, guarderà al futuro ma non rinuncerà alla tutela e alla salvaguardia del patrimonio che, da sempre, si lega al nome e alla storia di Monteriggioni».

«Questa azione - aggiunge Andrea Frosini, vicesindaco e assessore all'urbanistica di Monteriggioni - si colloca in una strategia di governo del territorio volta a migliorare le performance gestionali dell'accoglienza turistica. Il turismo è il volano per lo sviluppo economico del nostro territorio e per promuoverlo è necessario poter contare anche su una cartellonistica omogenea, facilmente fruibile, che si armonizzi con il contesto ambientale in cui è inserita e che attiri l'attenzione del turista e la sua curiosità inducendolo alla visita. L'analisi svolta dal team dell'Università di Napoli e seguita dall'architetto Daniele Merola, che ringraziamo per il buon esito dell'iniziativa, ci fornirà preziosi elementi e stimoli per poter definire, insieme alla Soprintendenza, un nuovo quadro di regole da condividere con i commercianti, i ristoratori e gli albergatori del Castello e degli altri luoghi di maggiore interesse turistico puntando a coinvolgerli, prima dell'adozione, in questo percorso di valorizzazione del contesto in cui operano»