Login
Login
Registrazione
 
  • Facebook
  • Twitter
  • Youtube
  • Linkedin
  • pinterest
  • rss
  • 43 musei,
    43 musei,  un unico sistema museale
Musei delle Terre di Siena
 
"Keep calm and visit museums"

Il progetto "Keep calm and visit museums - Benvenuti nei musei delle Terre di Siena", presentato nell'agosto scorso in occasione del bando destinato ai sistemi museali ed ecomusei proposto dalla Regione Toscana, Direzione Ricerca e Cultura, è stato selezionato tra i vincitori classificandosi al terzo posto tra le 19 proposte finanziate.

Il titolo del progetto prende le mosse dal teaser di Fondazione Musei Senesi (“Visita i musei e scopri il territorio”): trasponendo i termini, il progetto “Keep calm and visit museums”, citando il celebre motto inglese declinato in modo virale dalle giovani generazioni, vuole invitare a ritagliarsi, nel viavai frenetico quotidiano, un momento di tranquilla serenità in cui godere della bellezza del nostro patrimonio culturale.

Il progetto di Fondazione Musei Senesi, nella costante ricerca di un equilibrio fra coordinamento e partecipazione, è così costruito dal basso, attraverso la raccolta, la collazione e l’orchestrazione delle esigenze dei singoli musei, che hanno ribadito la loro volontà di lavorare e collaborare insieme, sacrificando parte dei propri desiderata in un’ottica di rete appunto, come ogni gioco di squadra richiede.

Il progetto, spalmato sul biennio 2017/2018 per un finanziamento complessivo di 150.000 euro su 25 istituti, si propone di rispondere ai criteri più stringenti del bando attraverso iniziative che migliorino gli standard qualitativi e quantitativi dell’offerta museale. Tra i progetti presentati, una buona maggioranza quelli dedicati alle attività educative, rivolte non solo alle scuole e alle famiglie ma anche ai pubblici non convenzionali e spesso declinate in attività di living history; numerose le occasioni di aggiornamento dei materiali informativi, dai pannelli al sito web fino ai prodotti cartacei; spiccano anche attività di ricerca e conservazione, nonché di catalogazione del patrimonio e sua divulgazione attraverso apposite pubblicazioni; infine alcuni musei hanno proposto iniziative espositive, eventi e festival declinati sulle peculiarità delle collezioni o collegate al paesaggio e al genius loci. Vi aspettiamo dunque ai prossimi appuntamenti!