Login
Login
Registrazione
 
  • Facebook
  • Twitter
  • Youtube
  • Linkedin
  • pinterest
  • rss
Musei delle Terre di Siena
 
"I Luoghi del Mercurio" vincitore del Premio Silvia Dell'Orso 2017

Il museo "I luoghi del mercurio" di Abbadia San Salvatore (Siena), si aggiudica l’edizione 2017 del Premio Silvia Dell’Orso, il massimo riconoscimento italiano per la divulgazione dei beni culturali grazie al progetto di realizzazione degli apparati multimediali realizzato dal gruppo di ricerca artistica Studio Azzurro di Milano . Il museo, che fa parte del Parco Museo Minerario di Abbadia San Salvatore, è stato inaugurato nel 2016 grazie al sostegno del Parco Miniere dell'Amiata, dell'Unione dei Comuni Amiata-Val d'Orcia, del Comune di Abbadia San Salvatore e di Arcus Spa, con il coordinamento di Fondazione Musei Senesi.  Lo straordinario allestimento progettato da Studio Azzurro intende far entrare il visitatore al centro della vicenda storica, della cultura mineraria e della disposizione territoriale e sociale del monte Amiata con una vera sceneggiatura che fa vivere al pubblico una narrazione di esperienza di vita della miniera attraverso ambienti sensibili e interattivi.

Il comitato scientifico del premio intitolato alla memoria della giornalista e saggista Silvia Dell’Orso (Milano, 1956 - 2009), composto quest’anno da Annalisa Cicerchia, Pietro Clemente, Marisa Dalai Emiliani, Francesco Erbani, Mario Turci e Paolo Cavaglione, ha voluto assegnare il premio ai Luoghi del Mercurio e al progetto di Studio Azzurro per “la capacità di trasmettere una memoria sociale, fisica, materiale e culturale del territorio, nelle sue dimensioni diverse e di creare relazioni vive tra il passato e il presente, di rendere il senso della dignità del lavoro e del sacrificio, e di fare del museo un luogo in cui ci si riconosce e in cui si apprende”.Il Premio Silvia Dell’Orso, giunto quest’anno alla sua ottava edizione, è promosso dall’Associazione Culturale Silvia Dell’Orso, l’unica, in Italia, che promuove e incentiva la corretta divulgazione quale strumento imprescindibile per formare nei cittadini consapevolezza e sensibilità verso il proprio patrimonio culturale.Studio Azzurro è stato fondato nel 1982 da Fabio Cirifino, Paolo Rosa e Leonardo Sangiorgi e ha oggi all’attivo diversi dipendenti: da allora il gruppo indaga le possibilità poetiche ed espressive dei linguaggi multimediali sviluppando opere sperimentali ma anche progetti di divulgazione per musei e mostre. Il progetto sviluppato per il museo I luoghi del mercurio, aperto nel 2016, prevede un allestimento che utilizza gli oggetti della collezione nell’ambito di una scenografia che fa immergere il visitatore nella realtà della miniera per un’esperienza in otto “scene”, completa e coinvolgente, con il mercurio come filo conduttore del racconto.